lunedì 1 agosto 2011

83 - Di rondò in rondò

Dopo aver ascoltato i rondò per piano e orchestra, passiamo a un rondò per pianoforte solo che in realtà è un brano in forma sonata. Il KV 485 comincia in effetti con un tema (preso in prestito da J. C. Bach) che può benissimo far parte dell'inizio di un rondò con il suo profilo sorridente, ma nel giro di poche battute ritroviamo questa melodia nella parte della mano sinistra e poi in lotta con altri due temi almeno.

Uno sviluppo in piena regolam, con acrobatiche e divertite modulazioni, conferma la struttura di questo pezzo. Eccone una versione tranquilla (Arrau) e poi una versione più veloce (Horowitz):



Nessun commento:

Posta un commento