lunedì 9 luglio 2012

244 - Concertati: il percorso mozartiano (16)

Tra le Nozze e il Don Giovanni Mozart sforna alcuni capolavori di musica da camera (trii, quartetti, quintetti, sestetti e lieder), senza scrivere concertati per le voci com'era avvenuto poco prima del Figaro, ma il discorso sugli ensemble, che si era interrotto sulla grande scena del perdono, riprende immediatamente dopo l'ouverture del Don Giovanni con la scena che, dopo la fuga del protagonista, conduce alla morte del Commendatore. 

Abbiamo così una sorta di opera nell'opera, cui prendono parte quattro personaggi (Leporello, Donna Anna, Don Giovanni e il Commendatore). Quasi tutta la scena è in tempo mosso, salvo alla fine del duello.


Nell'agonia del Commendatore prende forma, in un'alba di terzine, quel che sarà la parte per la mano sinistra della Sonata al chiaro di luna di Beethoven.



Nessun commento:

Posta un commento