lunedì 12 settembre 2011

100 - Due composizioni in una

Come fece 100 il signor Wolfgang Amadeus Mozart? Secondo Ludwig von Köchel, che ne ha catalogato le opere, con la sua prima Serenata per orchestra intitolata "Final-Musik", che a detta del Della Croce si può scomporre agevolmente in due composizioni: una sinfonia (di cinque movimenti e con due minuetti) e un'altra sinfonia, stavolta concertante, per oboe e corno.

È effettivamente un bel tempo di sinfonia, anche se breve, quello che apre la Serenata. Dopo il tema a terrazze costruito sull'accordo ascendente di re maggiore, sul quale l'autore ricama un po' prima di affrontare il secondo soggetto, si apprezza già un periodare agile e screziato da quei passaggi in minore che già contribuiscono a formare il tipico Allegro mozartiano.


Il secondo movimento, Andante, potrebbe essere inizialmente scambiato per un altro tempo della sinfonia, e invece siamo già nel primo tempo della concertante, come attesta la presenza dell'oboe e del corno che dopo appena un minuto già si lanciano in una cadenza. 


Il fatto che questa concertante inglobata in una Serenata cominci con un tempo non particolarmente mosso non deve meravigliare, perché Mozart si regola così anche in altre composizioni di questo genere (la KV 250 e la KV 320 sono esempi importanti di questa consuetudine).

Il convenzionale Minuetto che segue fa anch'esso parte della concertante, ma gli strumenti solisti si fanno vivi solo nel trio.

 

Nessun commento:

Posta un commento