mercoledì 16 novembre 2011

154 - Versioni "originali"

Visto che in questi giorni si è parlato di sinfonie concertanti, vale la pena di parlare anche del capolavoro mozartiano del genere (stavolta indiscusso), ovvero il KV 364 per violino e viola. O meglio, fino a ieri si pensava che l'opera fosse destinata a questi due strumenti; senonché è stato scoperto che era stata ideata originariamente per oboe e per oboe baritono, una scelta che nel caso del secondo strumento suona un tantino anacronistica:


Non mancano versioni più ortodosse (ed eseguibili) come questa per sestetto d'archi:


4 commenti:

  1. oboe baritono? onestamente è la prima volta che lo sento. Era uno strumento in desuetudine ai tempi di Mozart? Se così fosse allora questa composizione aveva un destinatario ben preciso...
    come si è giunti a questa riscoperta?

    RispondiElimina
  2. Anch'io l'ho sentito per la prima volta recuperando questa versione... Si tratta di un baritono in do, intonato un'ottava sotto rispetto all'oboe consueto... Forse corrisponde all'Heckephon (http://it.wikipedia.org/wiki/Heckelfono) ma non ne sono del tutto sicuro.

    Credo si tratti di una versione comunque anacronistica perché non pare che questo strumento esistesse quando Mozart componeva. In ogni caso è un ascolto molto curioso che ci fa scoprire sotto un'altra luce uno dei capolavori mozartiani...

    Kraus

    P.S. Quando pubblichi un altro articolo sul tuo blog? Mi sono piaciuti molto quelli che hai già scritto e avevi annunciato qualcosa sulla Clemenza di Tito mozartiana... Aspetto con entusiasmo di leggere altri tuoi interventi!

    RispondiElimina
  3. a breve ;) sono stato molto preso dagli studi universitari con relativi esami, appena avrò un po' di tempo proseguirò. Grazie dell'attenzione! :)

    RispondiElimina
  4. Perfetto! In bocca al lupo per gli esami ;)

    Kraus

    RispondiElimina